Impianto elettrico smart con comandi intelligenti e connessi

Con i nuovi comandi intelligenti e connessi alla rete anche un impianto elettrico tradizionale diventa di ultima generazione.

Grazie ai nuovi comandi intelligenti e connessi, anche il più tradizionale degli impianti elettrici può diventare di ultima generazione. Si tratta dell’ultima frontiera della domotica, pensata per tutte quelle situazioni in cui non si abbiano a disposizione mezzi o tempistiche per il rifacimento totale (ma anche solo parziale) dell’impianto. E nel contempo si desideri però potenziare la dotazione tecnica della casa, aumentando il comfort e le prestazioni energetiche, oltre che di conseguenza il valore economico dell’immobile.

Se infatti fino a qualche tempo fa per avere un sistema domotico efficiente erano indispensabili opere murarie più o meno invasive – al fine di incassare tutti i cavi di alimentazione e di connessione relativi ai diversi terminali sparsi per tutto l’appartamento –, oggi grazie all’evoluzione tecnica queste non sono più necessarie. L’era delle app per la gestione da remoto degli impianti, del wireless e degli assistenti digitali domestici è ormai talmente avanzata da richiedere solamente la sostituzione – a volte neanche totale, ma parziale – dei terminali (interruttori, prese). I nuovi comandi intelligenti e connessi infatti sono capaci di dialogare tra loro e con i dispositivi della casa anche senza fili, via wi-fi o radiofrequenza, pure al solo sfioramento. O all’ancora più semplice e immediato comando vocale, che tra l’altro diventa un pratico ausilio per le persone anziane o per coloro che abbiano problemi di mobilità.I prodotti di ultima generazione sono infatti in grado di interagire con gli assistenti vocali presenti sul mercato, di tipo sia iOS sia Android. Addirittura, negli esempi più avanzati, mantenendo la placca esterna e sostituendo solo alcuni dei comandi o delle prese con le loro corrispettive versioni smart. In tal modo l’aspetto estetico dell’impianto preesistente non viene intaccato, con notevole beneficio sia di tempo sia di spesa.

Il dispositivo ThermoICE della serie Chorus ICE touch di Gewiss controlla in modo semplice ed efficiente la temperatura di ogni ambiente, senza sprechi di energia. Disponibile con placca di tecnopolimero lucido per posa a parete e con placca di vetro per posa a incasso, nei colori bianco, nero, titanio, dispone di comandi touch, slider circolare touch RGB e display a retroproiezione a led bianchi. Oltre a riscaldamento e raffrescamento, di tipo proporzionale-integrale o fan-coil, può governare anche l’umidificazione e la deumidificazione degli ambienti, grazie a sensori (di umidità, di temperatura, di prossimità) sia integrati sia esterni da abbinare, a seconda delle versioni. Gestibile da remoto via app per sistemi Android e iOS, può ampliare le funzioni di termostato e di cronotermostato con la geo-localizzazione, che, individuando la sua posizione e di conseguenza mettendolo in relazione con le informazioni meteo del luogo, ne influenza il comportamento in tempo reale.

Gli interruttori domotici Ave permettono di accedere in modo immediato e intuitivo alle diverse funzioni configurate nei comandi. In versione touch e multi-touch (questi ultimi dotati fino a sei comandi indipendenti) permettono di controllare con un leggero tocco tutti i dispositivi e le automazioni ad essi collegate. Con in aggiunta la possibilità di personalizzare sia i comandi sia l’intero sistema, richiamando scenari pre-configurati. Inoltre, il servizio Ave Connect aggiunge i comandi vocali, attraverso gli assistenti vocali attualmente diffusi sul mercato: via app o smart speaker si interroga e si attiva il gestore digitale dell’abitazione, capace di interagire con ulteriori dispositivi IoT e di attivarne le funzioni (come ad esempio chiedere informazioni sul traffico o sul meteo).

I terminali delle serie Eikon, Arké, Plana di Vimar possono oggi trasformarsi in comandi connessi, senza necessità di opere murarie. Grazie infatti alla semplice sostituzione di alcuni degli interruttori tradizionali preesistenti con nuovi dispositivi View Wireless, l’impianto mantiene esteriormente il medesimo aspetto, ma può essere gestito da remoto via app o con comando vocale. Le funzionalità digitali – accendere e spegnere l’illuminazione, alzare e abbassare le tapparelle o le tende motorizzate, controllare i consumi elettrici, creare e gestire scenari… – potenziano così comfort, efficienza, sicurezza della casa e possono essere estese, sempre senza lavori edili, con l’aggiunta di comandi in radiofrequenza senza fili e batterie. Una soluzione semplice e veloce anche come ausilio alle persone anziane o con difficoltà motorie.

La serie Livinglight di BTicino diventa smart nella versione with Netatmo, grazie alla possibile sostituzione di alcuni dispositivi con la relativa versione connessa (prese, deviatori, gateway), senza necessità di opere murarie o di modifica di parte o di tutto l’impianto. Una innovazione che potenzia il controllo domotico e nel contempo il comfort abitativo. Livinglight with Netatmo permette infatti di gestire tutte le principali funzioni domestiche – termoregolazione, illuminazione, apertura e chiusura tapparelle, controllo dell’energia… – oltre che in modo tradizionale anche da remoto via app o con comandi vocali. La serie, grazie all’applicazione Home+Control disponibile sia per Android sia per iOS, è a tal fine predisposta per interagire con tutti gli assistenti digitali sul mercato, come Amazon Alexa, Apple Homekit, Google Home. Un vantaggio evolutivo, in termini di tempi e di costi, non indifferente, poiché contribuisce a rendere performante anche l’impianto elettrico più tradizionale.

error: Content is protected !!