Come scegliere le tende da interni: idee e spunti da cui trarre ispirazione

Come scegliere le tende da interni: idee e spunti da cui trarre ispirazione

Arricciate, a pacchetto, a rullo. E ancora a pannello o scorrevoli, le tende sono tra i complementi d’arredo più efficaci per definire lo stile e l’immagine della casa. Vediamo come sceglierle.

Sistema per tende a rullo Rollbox serie 75 di Mottura

Per schermare, filtrare o colorare la luce. Ma anche per completare il progetto d’interior decoration, le tende vanno scelte con la stessa cura e attenzione con cui si scelgono i mobili. Il vantaggio è che si possono aggiungere quando l’impianto dell’arredo è già completo. Così è più facile trovare gli accordi cromatici e stilistici per dare armonia agli ambienti. Come tutti i complementi tessili sono una presenza forte, capace di dirottare il gusto dell’intera abitazione in una direzione piuttosto che in un’altra. Diventando punti focali della stanza o facendo tutt’uno con le pareti, a seconda del colore, del tipo di tessuto e del modo in cui sono confezionate. Ecco qualche idea da cui trarre spunto per individuare quelle adatte ad assicurarsi il risultato.

Fanno parte della Coll. Hana di Villa Nova i tessuti che compongono i tendaggi a pannello. Quello a motivi floreali, in 100% cotone è alto 136 cm.

Tende arricciate: versatili, per tutti gli stili 

Formate da uno o più teli di tessuto sostenuti da un bastone o da un un binario (detto anche riloga), queste tende sono le più eclettiche, adatte a tutti i tipi di finestre e portafinestre. Giocano con i volumi, le mantovane, le sovrapposizioni e persino con le trame e le fantasie dei tessuti. In più, si abbinano facilmente ad altre tipologie di tende, come quelle a vetro (a pannello o a pacchetto), con risvolti estetici e pratici molto significativi.
Per esempio:

  • su una finestra tradizionale a due battenti, le tende arricciate lunghe fino a terra, raccolte ai lati delle finestre e realizzate con tessuti colorati o fantasia, aggiungono una nota décor a semplici teli a vetro in tessuto chiaro e filtrante, cui spetta il compito di schermare la finestra dalla luce naturale e da occhi indiscreti
  • in questa stessa situazione il telo arricciato lateralmente può essere funzionale a nascondere un antiestetico cintino delle tapparelle a vista sulla parete 
  • realizzate in tessuto pesante, sono un ottimo ausilio per oscurare meglio gli ambienti in caso, per esempio, di persiane a lamelle che lasciano filtrare un po’ di luce  

A determinare l’estetica e l’effetto decorativo sono il grado e il tipo di arricciatura: più la tenda è ricca e operata più assume un aspetto classico. Al contrario, drappeggi appena accennati in tessuti leggeri e in tinte neutre trasmettono un senso di essenzialità che si sposa bene con ambienti contemporanei.

Per quanto riguarda il numero di teli: quello singolo è indicato per finestre a una sola anta, mentre per infissi a doppio battente è sempre consigliabile optare per due teli, da raccogliere sui due lati per consentire l’apertura agevole delle ante delle finestre. 

 

La lunghezza delle tende arricciate

In generale, viene considerata standard una tenda che arrivi a circa 2,5 cm dal pavimento. Ma sono molto eleganti e di grande tendenza i tendaggi che appoggiano a terra creando morbide onde. Sono indicati soprattutto per i soggiorni e le camera da letto, ambienti dove c’è un passaggio ridotto. Sono sconsigliati invece in bagno e in cucina dove è maggiore il rischio che si sporchino e si bagnino. 

 

Quale tipo di sostegno per le tende? 

Le tende arricciate possono scorrere su binari (detti anche riloghe),  bastoni in legno o in metallo, oppure essere sostenute da fili metallici. La scelta del sostegno dipende dallo stile della stanza e dalla tipologia dell’infisso. Binari e bastoni possono essere montati a soffitto o a parete. L’installazione a soffitto è spesso indicata quando si desidera nascondere il cassonetto delle tapparelle, oppure quando questo risulta ingombrante, per esempio, perché sporge e ostacola il fissaggio al muro. I binari, che hanno un ingombro molto ridotto, scompaiono dietro alle porzione superiore del tendaggio, che corrisponde con il bordo arricciato. A seconda del binario scelto, il telo può essere movimentato tramite corda/catenella, a strappo (ovvero a mano), o a motore.

1. Cromato e minimal, il sostegno ha ganci che reggono tessuti pesanti. Brixo Etruria Vortice di Mano Mano. Misura 122/213 cm. 2. Per tenda e sopratenda, il sistema con doppio bastone in acciaio argento Räcka Hugad di Ikea misura L 210-385 cm. 

Il classico bastone in legno con terminale a sfera è perfetto per un tendaggio sostenuto con arricciatura ricca. Questo è realizzato con Chintal di Jane Churchill, è alto 132 cm. 

Le tende drappeggiate vestono bene anche le finestre ad angolo, qui con mantovana rivisitata, grazie ai sostegni curvi. Della coll. Istra di Romo, la stoffa in 100% lino è alta 305 cm.

Scegli e abbina le tende: dalla variante marrone-greige a quella in blu

Vediamo un esempio di triple tende utilizzato per vestire una composizione di due finestre sulla stessa parete: una tradizionale a due luci, con radiatore sottostante, e una portafinestra.  

L’abbinamento di un sistema formato da tende e sovratende arricciate e tende a rullo installate a vetro consente di ottenere una pluralità di obiettivi:
  • tendaggi drappeggiati impreziosiscono la parete e creano, all’occorrenza, una cortina continua che da omogeneità all’insieme
  • la tenda tinta unita formata da due teli in una tonalità grigio verde è realizzata con un tessuto piuttosto pesante, perfetto, quando serve, per oscurare la stanza. Al tempo stesso i teli raccolti sui due lati, magari arricchiti da embrasse, creano un drappeggio ricco di grande impatto decorativo
  • le tende in tessuto bianco semitrasparente con delicate fantasie floreali permettono di schermare tutte le finestre lasciando filtrare la luce naturale ma garantendo la privacy necessaria. Aperte, possono creare un piacevole gioco di volumi con le sopratende o sparire dietro quest’ultime. 
  • alle tende a rullo bianche semioscuranti spetta il compito di riparare le finestre anche quando i tendaggi arricciati sono aperti. 

Da un punto di vista pratico, dunque,e questo mix di tendaggi risulta efficace in diverse situazione, a ciascuna delle quali aggiunge charme

In questo caso, i colori neutri delle tende si sposano bene con la parete color tortora scuro e regalano un ambiente soft e accogliente che accoglie al meglio spunti di gusto classico, dai drappeggi al letto e al radiatore, a complementi più contemporanei, come il tavolino–comodino e le lampade d’appoggio.     

A chi ai colori della terra preferisce i colori del mare, di seguito proponiamo un abbinamento nelle diverse nuance dei blu-azzurro. 

A più strati, i tendaggi che rivestono le ampie vetrate regolano il passaggio di luce nella stanza, con diversi effetti decorativi a seconda della loro posizione. Il modello a rullo Skogslöver, composizione 81% poliestere e 19% nylon, misura L 100 x H 195 cm. Le tende oscuranti grigio chiaro Majgull, 100 % poliestere, misurano L 145 x H 300 cm.

1. Le sopratende, per il loro valore decorativo, danno il meglio con tessuti d’effetto: Fresco di Dedar, in seta e viscosa, è dipinto a mano. È largo 135 cm. 2. In inglese blind (cieco), le tende a rullo sono ideali per oscurare. Della Coll. Scenario di La Redoute sono in tela di puro cotone. Una misura L 32 x H 170cm. 3. Prezioso il ricamo che borda il tessuto in lino Romanzo di Christian Fischbacher, perfetto per tende a cascata. Disponibile in due tonalità naturali, H 290 cm. 

Tende a pacchetto e a rullo per interni contemporanei 

Questi modelli abbandonano la ricchezza di drappeggi importanti per portare nelle abitazioni un’immagine più composta, in alcuni casi rigorosa. Le tende a pacchetto vanno fissate a vetro, a muro o a soffitto; quelle a rullo sfruttano un meccanismo intorno a cui si avvolgono, che può anche simulare un cassonetto. Entrambe le tipologie, che sono un’ottima scelta per gli appartamenti moderni o i loft ristrutturati, sono accomunate dal modo in cui si regola l’apertura, entrambe infatti si raccolgono nella parte alta della finestra. Nello specifico:

  • i  modelli a pacchetto, nella versione più semplice, si compongono di teli lisci che quando vengono sollevati formano onde morbide, grazie a un sistema di anellini che regolano la posizione di blocco. I teli possono poi essere impreziositi da stecche orizzontali inserite a distanza regolare nella stoffa: hanno una funzione decorativa e, una volta raccolta la tenda, producono pieghe tutte uguali e dritte.

La tenda a pacchetto steccata di Tendaggi su Misura è in tessuto ignifugo bianco 100% poliestere. Misura L 160 x H 200 cm. 

Ci sono anche la tenda a pacchetto décor e…

Dipende tutto dalla scelta del tessuto, che può cambiare completamente lo stile dell’ambiente: per ottenere un effetto classico rivisitato è perfetta una stoffa operata e fantasia.

A pacchetto semplice, la tenda è realizzata con tessuto Avani di Jane Churchill, 92% cotone, 8% viscosa, con motivo a ogiva stampato e bordo ricamato. Alto 126 cm.

… le tende “ad antina”

Una scelta easy e low cost è quella dei teli bicolor da fissare ad astine apribili, per gestire la luce su due lati in maniera indipendente. Unica accortezza, considerare che ci sia spazio davanti per il movimento.

Lorena di Bon Prix è la tendina in 100% cotone bianco e beige. Semitrasparente, ha supporto a coulisse per aste fino a Ø 2 cm. Misura L 40 x H 60 cm.

  • I modelli a rullo sono particolarmente efficaci quando si ha la necessità di oscurare finestre anche di grandi dimensioni. Nascono infatti come tende per esterno, realizzate con tessuti tecnici, impermeabili e lavabili. L’estetica minimal e la praticità d’uso le hanno trasformate in complementi ideali per interni hi-tech dove le superfici finestrate occupano anche intere pareti. 

Rollbox serie 75 di Mottura è il sistema per tende a rullo con cassonetto Ø 75 mm che si può azionare a molla decelerata, a catenella, con sistema combinato o a motore. Adatto per interni, per tende oscuranti o filtranti, si può installare a soffitto o a parete.

In alternativa: tende a doppio rullo e…

Per unire l’esigenza di oscurare a quella di schermare lasciando però filtrare la luce, esistono sistemi a rullo che permettono di abbinare due teli, da regolare in modo indipendente.

Duo Linea Armonia di Resstende è il sistema di tende a rullo formato da due teli: uno oscurante e uno semifiltrante. Misura L 110 x H 160 cm.

… tende a pannelli scorrevoli 

Alle finestre di taglia extra large, tipiche degli interni industriali, si addicono anche le tende a pannello che hanno un’estetica altrettanto minimal e arrivano anche fino a terra.

Tende a pannelli scorrevoli ideali per le portefinestre

Semplici ma d’impatto, sono formate da teli di tessuto che scorrono su appositi binari spostandosi lateralmente. Sono pratiche e maneggevoli, indicate soprattutto per finestre e portefinestre di ampie dimensioni. Proposte in cotone o in lino, chiari e leggeri, sono la soluzione ideale per chi cerca il massimo dell’essenzialità, con il vantaggio di amplificare la luce. Possono diventare anche molto decorative, mantenendo un look rigoroso, se si punta su un mix & match di colori e fantasie. I pannelli, che si possono realizzare di larghezze differenti e con un’ampia varietà di tessuti (si prestano bene anche quelli tecnici), terminano con profili in metallo che servono a tenere tesa la stoffa. Va considerato che, più i pannelli sono stretti, più sembrano frazionare lo spazio a parete. Al contrario. l’ampiezza del telo permette un senso di continuità che allarga visivamente la stanza. Per quanto riguarda il fissaggio, i sostegni si possono ancorare al muro o al soffitto e in questo caso il locale apparirà più alto.

Tinta unita e fantasia, le tende a pannello sono realizzate con tessuti della Coll. Pepino di Scion che si ispira a soggetti diversi: codici a barre, motivi floreali stilizzati e gufi giocosi. Ad accomunarli il filo conduttore dei colori, ripresi anche nei cuscini sul divano per un effetto fresco e armonioso. 

Dal tipo di finestra alla scelta della tenda

Scegliere la tenda in base alla tipologia di finestra è un criterio di sicuro effetto: oltre alla forma e alle dimensioni va considerato il colore dell’infisso. Questi fattori, in alcuni casi, sono addirittura vincolanti; in altri offrono più possibilità per lasciare spazio alla creatività.

Se c’è la persiana interna
Lo scuro che si chiude verso la finestra dall’interno non dà alternative: la scelta giusta è la tenda arricciata, da fissare a un supporto a parete o a soffitto.

1. Della coll. Elegance di Erco, la finestra e la portafinestra sono dotate di ante a ribalta. In pvc, in più finiture. 2. Di Zara Home la tenda di cotone con bordo a contrasto misura L 135 x H 270 cm.

Con anta singola a battente
Se la finestra è tutta a vetro, la tenda scelta va applicata a muro o soffitto; negli altri casi è perfetta a pacchetto. Attenzione che ci sia spazio sufficiente sopra per raccoglierla.

1. FIN-Project Step-Line Cristal di Finstral  ha la superficie interna dell’anta completamente in vetro. 2. La tenda a pacchetto è realizzata con tessuto Brecon di Sanderson Home 50% V, 30% C, 20% P. Alto 138 cm. 

In perfetto stile inglese

La finestra è caratterizzata da una griglia di listelli che decora il vetro. Un ricco drappeggio in nuance aggiunge una nota country style.

1. Storica di BG Legno in lamellare in diverse finiture, è dotata di ante a ribalta. 2. La tenda è realizzata con tessuto Erin Eucalyptus di Villa Nova (54% CO, 46% PL), alto 135 cm. 

Quando è a vasistas
Spesso presenti in bagno e in cucina, richiedono tende che rimangano al loro posto quando si aprono le ante.